Cambierà la tua percezione di stile
Italiano Inglese Russo
Templestowe, Australia: quando ristrutturare significa rivoluzionare
share:
Like Like

Come ripristinare la bellezza di un immobile trascurato da troppo tempo? Ve lo mostra il progetto di oggi, la fantastica ristrutturazione di una abitazione degli anni Settanta che i precedenti proprietari non avevano manutenzionato a dovere, ma che ciononstante non aveva perso il suo fascino grazie alla location in mezzo alle colline di Templestowe, Australia, e alla bellezza del giardino circostante. Per ottenere la miglior ristrutturazione possibile, i nuovi acquirenti si sono affidati Christopher Elliott: inaugurato nel 2005 a Melbourne, lo studio dell’omonimo designer offre da 10 anni soluzioni di interior design e arredamento moderne ma senza tempo, curate in ogni dettaglio.

Inizialmente i lavori si sono concentrati sulla rivoluzione della planimetria dell’appartamento, caratterizzata da stanze difficilmente utilizzabili e poca apertura verso il rigoglioso giardino esterno. La nuova disposizione ha optato per spazi maggiormente interconnessi tra loro e soprattutto più aperti, facendo della pre-esistente piscina il centro del progetto su cui affacciare salotto e stanza padronale, grazie anche all’impiego di porte scorrevoli. Oltre a una vista migliore, il nuovo assetto ha favorito l’accesso di molta più luce naturale, andando a creare un ambiente più coerente con la palette di colori selezionata dallo studio, e mirata – tra l’altro – a enfatizzare la presenza di dettagli di arte e arredamento di lusso, tratto identitario della totale rivoluzione in termini di interior design. Per incontrare le necessità e lo stile di vita dei nuovi acquirenti, la camera da letto principale è stata ridisegnata in modo da garantire alla coppia la giusta privacy e separazione dai figli adolescenti, con tanto di cabina armadio e bagno privato. La cucina, risultato della demolizione e ricostruzione di diverse stanze, denuncia il senso di apertura ricercato nel nuovo progetto, con una isola centrale di sette metri dal piano marmoreo, e porte – sempre scorrevoli - a separarla dall’annessa lavanderia. Ma la vera ciliegina sulla torta è appunto l’arredamento, con pezzi tra arte e design non solo personalizzati e realizzati su misura, ma a volte disegnati da Christopher Elliott in persona. Una dimostrazione non solo del carattere unico del progetto, ma della capacità del designer di calarsi nei panni del committente e offrirgli una soluzione che possa davvero chiamare casa.

INFO: 

PHOTO COURTESY: Christopher Elliott


Articolo di

leihmutterschaft ukraine

babyforyou.org

profvest.com
Scroll to Top