Cambierà la tua percezione di stile
Italiano Inglese Russo
Mama Shelter Ho il sogno turco di Philippe Starck
share:
Like Like

Il colore ha invaso Istanbul e anche qui, dopo il primo realizzato a Marsiglia, è arrivato il design della felicità firmato dall’Architetto Philippe Starck. Proprio a lui la catena di alberghi Mama Shelter ha affidato l’interior design di quattro sedi e, subito dopo quella turca, ha firmato anche l’hotel di Lione e di Bordeaux.

La convivialità e la gioia, questi sembrano essere i temi fondamentali della sede di Istanbul aperta il 15 marzo 2013, dove i colori inondano tutte le pareti delle parti comuni, già dalla reception nella quale regnano pavimenti geometrici e soffitti che imitano una lavagna con graffiti e disegni.

Così si prosegue nella zona bar fino alla parte ristorante fra tavoli in colori pastello, luci soffuse e strumenti musicali che fanno da cornice all’ambiente arredando un’intera parete. Zone comuni in cui si dimenticano ambienti total white, ma si fa spazio a cuscini rigati in bianco e nero, spunti floreali e arredi ironici.

Così, nel modo più colorato e divertente, l’albergo accoglie i suoi ospiti anche sul tetto dove, naturalmente, non poteva mancare uno skybar. Lontano dall’idea di tutti i posti ingessati Philippe Starck trasforma questa location in un angolo dove la socializzazione è aiutata dal brio delle righe bicolore delle pareti e dei vasi giganti che accolgono le piante, tutto con una vista sulla città che toglie il fiato.

Da qui si passa nelle camere dove, abbandonato per un momento il colore, si passa al bianco, ma senza dimenticare qualche accenno ironico come i tappetti che richiamato i soffitti a graffiti e le maschere in bella vista di BatmanDarth Fener o Bugs Bunny.

Questa è davvero una piccola parte di lusso proprio nel quartiere chic della città, Beyoğlu, e con la cucina stellata dello chef Alain Sanderens, ma tutto a un prezzo piuttosto accessibile, senza esagerare con il portafiglio per qualche notte senza pensieri.

INFO:

         

FOTO: Courtesy Philippe Starck


Articolo di

https://pharmacy24.com.ua

www.apach.com.ua
Scroll to Top