Cambierà la tua percezione di stile
Italiano Inglese Russo
Arte e bellezza in piena luce
share:
Like Like

La luce – generatrice, evocativa, immateriale – è l’elemento a cui dedica creatività, esperienza, innovazione e tecnologia.
Nata nel luglio 2015 come Start up Innovativa, affonda le sue radici nell’esperienza trentennale di Carlo Albano, il quale, seguendo la sua visione e le sue intuizioni, ha deciso di creare quello che si può definire un nuovo capitolo nella storia dei sistemi illuminanti, un rapporto inedito tra uomo e luce. Il nucleo fondante di Rimani comprende inoltre Massimiliano Negri e Stefano Terrosi che, condividendo il cammino innovativo, hanno portato in azienda le loro competenze complementari in architettura, elettronica, informatica e domotica per la creazione di soluzioni altamente efficienti.
Sistemi di illuminazione confortevoli, efficienti e su misura per ciascun cliente, soluzioni sempre un passo avanti verso un utilizzo della luce “smart”, intelligente e semplice, in grado di offrire una qualità di vita migliore alle persone, dando risalto alla bellezza e riducendo l’impatto sull’ambiente.
Ed è in particolar modo nel  che la luce di Rimani da sfoggio della sua forma migliore, attraendo e guidando l’osservatore tramite contrasti di luce che svelano ogni minimo dettaglio, suscitando emozioni e regalando un’esperienza unica e coinvolgente.
Regole ferree devono però essere seguite, in quello che è uno dei settori in cui la cultura della luce richiede maggiore impegno. Condizione irrinunciabile è la corretta resa dei colori e del contrasto, la limitazione degli abbagliamenti e il contenimento dell’esposizione alle radiazioni nocive, ovvero, l’adeguata fruibilità delle opere e la loro doverosa conservazione.
Vi sono, poi, aspetti non secondari attribuibili alla sfera della sensibilità estetica e della flessibilità tecnica: come l’impiego di apparecchi in armonia con l’ambiente espositivo e di facile gestione, per ispezionabilità, manutenibilità e accomodamento alle specifiche situazioni (cambi in corso d’opera, per esempio), che si presentano ad ogni nuovo allestimento.

Nel caso invece, di esposizioni temporanee, le opere sono esposte fuori dal contesto che normalmente le accoglie e soltanto un misurato passaggio dall’ambiente originario a quello ospitante può evitare l’innesco di processi di deterioramento di natura fotosensibile. Diventa quindi indispensabile l’utilizzo di un impianto illuminotecnico conforme non solo alle prescrizioni normative, ma soprattutto alle condizioni di conservazione abituali delle opere. Le mostre temporanee, inoltre, a causa della loro natura transitoria, affrontano flussi importanti di visitatori, anche concentrati in poco tempo. Fatto, questo, che costringe la fruizione delle opere da molteplici e contemporanei punti di vista: l’installazione deve consentire una visione confortevole, da più visuali, senza la necessità di dover adattare continuamente la prospettiva dell’osservatore. Non sempre, poi, le opere vengono esposte secondo l’ordine previsto a progetto, rendendo necessari aggiustamenti tecnici. Talvolta le opere, invece, vengono accostate senza poter rispettare una continuità di carattere materico, dimensionale o anche di contenuto semantico, trovandosi così costretti a gestire l’influenza antitetica dell’illuminazione tra le opere in contiguità. In questi casi, è necessario poter accomodare in fase di allestimento gli apparecchi, modificandone, agevolmente e prontamente, qualità, quantità e distribuzione del flusso luminoso.
Fra gli interventi di illuminazione più significativi curati da Rimani: la Collezione Martini e Portego dei dipinti a Cà Rezzonico di Venezia, l’Ala Canoviana del Museo Correr di Venezia, la Galleria Sabauda di Torino, la Mostra “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra” a Palazzo Reale a Milano, la Chiesa Santa Maria del Buon Consiglio a Milano, l’Ambasciata italiana a Berna, il Santuario di Santa Maria del Fonte a Caravaggio, l’illuminazione degli affreschi del Pordenone del Duomo di Cremona, la , il nuovo spazio dedicato all’arte contemporanea con sede nel cuore di Milano e tanti altri (citarli tutti sarebbe impossibile).

INFO/ PHOTO COURTESY:


Articolo di

Scroll to Top